Si conclude con una domenica complicata il secondo round del CIV per Team Rosso e Nero. Dopo essere stati molto veloci in condizioni di asciutto nell’arco del fine settimana, la Supersport 600 è stata l’unica gara di giornata colpita dal maltempo che ci ha messo in difficoltà.

Un vero peccato perché la giornata era iniziata con una bella prestazione di Maria Medvedeva nella Women’s European Cup. Masha è stata autrice di un’altra bella rimonta che l’ha portata grazie a un bellissimo ultimo giro chiudendo in sesta posizione.

Luca Seren Rosso invece ha combattuto contro il dolore riuscendo comunque a portare a casa un diciottesimo posto nel National Trophy 600. Luca ha stretto i denti fino alla fine completando tutto il programma di gara previsto.

L’ultima gara di giornata è stata poi appunto quella della Supersport 600. La sfortuna ha voluto che in un weekend quasi completamente soleggiato, quella della Supersport sia stata l’unica gara con il maltempo.

In condizioni complicate Roberto Mercandelli non è andato oltre la dodicesima posizione. C’era grande fiducia dopo un ottimo warm up al mattino chiuso in prima posizione, ma l’acqua in pista ha complicato le cose. Stessa sorte per Filippo Rovelli, colpito ulteriormente dalla malasorte per alcuni problemi che gli hanno impedito di concludere la gara.

La squadra di Roverbella incassa il colpo e non si perde d’animo: un fine settimana sfortunato ci darà la forza di ripartire ancora più forti e carichi per sovvertire ogni avversità! Speriamo di rilanciare adesso l’appuntamento di nuovo a Misano tra due settimane in occasione del mondiale Superbike: saremo protagonisti come wild card in un’esperienza di grande prestigio dove andremo a dire la nostra!

Maria Medvedeva: “La partenza questa volta non è andata male, ma alla prima curva un’altra ragazza mi ha portato fuori e ho dovuto ricostruire da quel momento la mia gara. Sono riuscita a rimontare posizione dopo posizione fino ad arrivare sul gruppetto delle inseguitrici: grazie a un bellissimo ultimo giro ho conquistato la sesta posizione. Non vedo l’ora che arrivi la prossima gara per continuare a fare ulteriore passi in avanti!”

Filippo Rovelli: “La gara è stata complicata, le condizioni erano particolari. Purtroppo a causa di alcuni problemi non siamo riusciti a terminarla, potevamo attaccare la zona punti. Nel corso del weekend abbiamo fatto però passi in avanti importanti, nei prossimi appuntamenti lo dimostreremo. Un ringraziamento a tutta la squadra per il grandissimo lavoro, così come ai ragazzi di EOM Italia che ci hanno dato una grande mano”

Roberto Mercandelli: “Non abbiamo portato a casa quello che volevamo, siamo stati veloci tutto il weekend. Condizioni difficili oggi, ma sono stati più bravi gli altri. Un peccato perché sull’asciutto abbiamo dimostrato di essere molto rapidi, ci è mancato di concretizzare. Non vedo l’ora per questo che arrivi la prossima gara per rifarci subito. Ringrazio tutti gli sponsor, la squadra per il grande lavoro e i ragazzi di EOM per il supporto: ci rifaremo!”

Roberto Adami (Team Manager): “Siamo partiti con pista bagnata ed è una sensazione personale. La moto non poteva avere un setup perfetto e la pista poi asciugandosi non poteva essere in condizioni ideali. In quel caso il pilota se la deve sentire e prendere certi rischi. Queste però sono le gare, bisogna accettare ogni situazione climatica. Siamo partiti per essere protagonisti dimostrando dal giovedì di essere i più veloci, ma non siamo riusciti a raccogliere il lavoro svolto. Grande rammarico, sappiamo il nostro potenziale. Abbiamo limitato i sanno portando a casa più punti possibili.

Grande passo in avanti invece di Masha a livello di contatto con le avversarie, grande rimonta ed è arrivata davanti al gruppetto delle inseguitrici. Per me weekend positivo, molto bene per le prossime gare con più determinazione e consapevole che la scia e stare in bagarre nella 300 è importante. Peccato invece per Luca: ha fatto un errore al sabato che ci può stare e ha compromesso il weekend. Ha limitato i danni ed è riuscito a concludere nei punti.

Ci stiamo preparando adesso per la wild card mondiale tra due settimane a Misano, aspettando la conferma della Dorna. Incrociamo le dita sperando in un esito positivo: sarebbe molto importante riuscire a confrontarsi in un palcoscenico così prestigioso come quello del mondiale Supersport. Ringraziamo tutti i nostri sponsor che ci sostengono e i ragazzi di EOM Italia presenti questo fine settimana per il prezioso supporto”