Il nostro Campionato Italiano Velocità non poteva iniziare in modo migliore, nonostante una mattina dai nefasti presagi. La seconda qualifica infatti ha visto sia Roberto Mercandelli che Filippo Rovelli scivolare nel corso della sessione, costringendo tutti i ragazzi ad un lavoro supplementare per mettere a posto la moto in tempo per la gara.

Le cadute però non hanno influito sulla griglia di partenza: Mercandelli grazie al tempo della Q1 ha conquistato una fantastica pole position, mentre Rovelli è riuscito a migliorarsi prima di finire per terra ritoccando dunque i suoi riferimenti.

Poco dopo la qualifica della Supersport 600 è stata la volta della Women’s European Cup: Maria Medvedeva ha messo a referto un ottimo tempo battendo i suoi migliori tempi personali portandosi in sesta posizione a chiudere la seconda fila.

CIV Round 1

Gara 1 Supersport 600: vittoria spaziale di Mercandelli, ottima partenza di Rovelli

Nel primo pomeriggio si è iniziato a fare sul serio con Gara 1 della Supersport 600. Il super lavoro di tutti gli uomini della squadra ha permesso ai piloti di essere regolarmente al via dopo le due cadute. I nostri alfieri sono stati autori di due buone partenze: Mercandelli ha mantenuto la posizione, mentre Rovelli è riuscito a guadagnarne ben sette dopo il primo giro!

I 14 giri di Gara 1 sono stati intensi e pieni di colpi di scena, “grazie” anche alla presenza delle wildcard mondiali fuori regolamento e fuori classifica, ma comunque in pista a lottare con i protagonisti del CIV.

Roberto Mercandelli si è infatti ritrovato a lottare con Can Oncu per buona parte della gara, ma dalla seconda metà ha piazzato il colpo vincente. Grazie ad un incredibile sorpasso all’esterno in curva 1, ‘Merca’ si è messo davanti al pilota turco che disputa il mondiale Supersport ed è anche riuscito a fuggire guadagnando i secondi preziosi utili per staccarsi dal gruppo in lotta per la vittoria.

Giro dopo giro il vantaggio è aumentato sempre di più, consentendo a Mercandelli di gestire il gap involandosi dunque verso la vittoria della prima gara della stagione al Mugello prendendosi anche la soddisfazione di chiudere davanti a due moto mondiali (ripetiamo, fuori regolamento e fuori classifica) e due piloti del mondiale. Rovelli ha chiuso in 21° posizione la sua prima gara con la Supersport 600: step by step Filippo continua a fare passi in avanti!

Non c’è però troppo tempo di festeggiare: domani ci sarà Gara 2 con annesso warm up al mattino. Piloti e squadra sono già concentrati per il prossimo appuntamento.

CIV Round 1

Gara 1 Women’s European Cup: che rimonta di Masha!

Qualche ora dopo la Supersport 600 è stata la volta di Gara 1 della Women’s European Cup dove la nostra Maria Medvedeva è stata protagonista. Nonostante una brutta partenza, ‘Masha’ giro dopo giro è riuscita a ricostruire la sua gara rimontando dalla 12° posizione fino alla 7° girando con un bel ritmo pur essendo da sola.

Anche nel suo caso ci sarà Gara 2 per fare ancora meglio, riuscendo magari ad attaccarsi fin da subito al gruppo di testa per cercare di arrivare ad un risultato ancora migliore.

CIV Round 1

Qualifiche National Trophy 600: Seren Rosso si migliora!

Insieme alle due gare in programma, oggi si è disputata anche la qualifica del National Trophy 600 con Luca Seren Rosso. Bei passi in avanti anche per lui, che ha chiuso in 14° posizione andando vicino a sforare la barriera del 57. Domani in programma l’unica gara del weekend dove si potrà fare bene!

Le parole di Mercandelli, Rovelli, Medvedeva e Roberto Adami

Roberto Mercandelli (1° SS600): “Non potevamo iniziare la stagione in modo migliore, ma mi dispiace per la caduta avuta al mattino. Chiedo scusa alla squadra, ma spero di avere ripagato i loro sforzi. Hanno fatto un grandissimo lavoro, deve dire a tutti loro un grande grazie! Il sorpasso su Oncu all’esterno di curva 1 è stato fondamentale perché sapevo che la gara si sarebbe decisa in quel momento e dovevo provarci! Adesso però è il momento di pensare già a domani con Gara 2: non abbassiamo la guardia! Un grande grazie anche ai miei sponsor”

Filippo Rovelli (21° SS600): “Mi sono divertito, ho guadagnato tante posizioni nel primo giro. Verso la fine della gara però ho avuto alcuni problemi al braccio che non mi ha fatto girare come avrei voluto. Domani mi piacerebbe migliorare il passo gara. Adesso andrò a farmi controllare braccio e caviglia; ho iniziato a sentire un dolorino quando sono caduto. Per il braccio invece è questione di abituarsi alla 600. In gara ho imparato molto e domani proveremo a fare meglio. Un super grazie a tutta la squadra che mi ha aiutato a migliorare il feeling e per avermi rimesso in sesto la moto in tempo, sono stati fantastici!”

Maria Medvedava (7° Women’s European Cup): “Che peccato la partenza! Ho fatto un errore con il cambio e nello stesso momento una ragazza mi ha spinto. Mi ha preso di sorpresa e ho perso l’attenzione per qualche secondo, quelli necessari per perdere la possibilità di essere in top 5. Ho fatto comunque una bella rimonta, ma devo fare attenzione nella prima parte di gara. Domani ci riproveremo provando ad essere più attenti!”

Roberto Adami, Team Manager: “I ragazzi hanno fatto un lavoro superbo nel sistemare le moto di Rovelli e Mercandelli dopo le cadute. I fatti parlano da soli, mi posso solo complimentare. Sono riusciti a ricostruire una moto in due ore e mezzo, sono stati incredibili. Sono rimasti tutti calmi e concentrati, piloti compresi dopo l’errore del mattino. Ci siamo, saremo fra i protagonisti, ma rimaniamo con i piedi per terra e concentrati per gara 2. Se Rovelli capirà come usare il motore della 600 andrà forte, paga il passaggio dalla 300 alla 600 ma ha fatto altri passi in avanti.

Per quanto riguarda la Women’s, Masha purtroppo è stata penalizzata dalla partenza riuscendo comunque a compiere un grande recupero. Peccato però essersi fatta sfuggire il gruppo delle prime. Domani ci riproveremo, rimanendo ancora più concentrati! Ci teniamo anche a ringraziare i nostri tifosi e i nostri sponsor che ci supportano in questa stagione. Speriamo di poter continuare a regalare queste soddisfazioni!”

(Foto a cura di Luca Gorini)