Al Mugello Circuit si conclude la prima giornata di gare del Round 5 del Campionato Italiano Velocità, pienamente condizionata da un meteo difficile e che non ha lasciato scampo nel corso della mattinata. La Qualifica 2 della Supersport 600 è stata cancellata per via delle pericolose condizioni del tracciato, mantenendo validi i tempi della Qualifica 1 di ieri pomeriggio che hanno stabilito la griglia di partenza delle gare. Nel pomeriggio Kevin Zannoni sale sul gradino più basso del podio in Gara 1 mentre Roberto Mercandelli limita i danni terminando al settimo posto.

 

Gara 1 Supersport 600

In seguito all’acquazzone sceso sul Mugello durante la mattina, la Gara 1 della Supersport 600 è stata dichiarata “Wet Race”, con un asfalto che via via andava asciugandosi, rendendo ardua la scelta delle gomme da parte del Team e piloti. Dopo le prime fasi di gara disputate nel gruppo di testa, Roberto Mercandelli ha dovuto alzare il ritmo quando il tracciato ha iniziato ad asciugarsi giro dopo giro, trovandosi in difficoltà e senza avere la possibilità di restare aggrappato al gruppo davanti. Roberto, è riuscito comunque a limitare i danni e a tagliare il traguardo in settima posizione, conquistando alcuni punti e senza perdere troppo distacco dal leader di classifica. Kevin Zannoni invece, partito dalla quinta piazza di categoria, ha recuperato alcune posizioni dopo una gara di gruppo e ottenendo un podio importante. Kevin ha dovuto accontentarsi del terzo posto, senza avere la possibilità di tentare il sorpasso che gli avrebbe valso la seconda posizione, complice il doppiaggio da parte dei primi con gomme da asciutto che hanno fatto terminare la gara con un giro d’anticipo.

 

Qualifiche National Trophy 600

Qualifica 1 e Qualifica 2 sono le sessioni disputate nel sabato del Mugello per il National Trophy 600; la prima è stata in condizioni piovose, mentre la seconda, nel tardo pomeriggio, ha deciso le posizioni in griglia di partenza per la gara di domani grazie ad un asfalto asciutto. Andrea Guzzon e Luca Seren Rosso partiranno rispettivamente dalla P20 e P25, perciò siamo pronti a 10 giri da compiere in rimonta.

 

Appuntamento a domani per le due gare in programma: alle ore 12:05 si spegneranno i semafori che daranno il via al National Trophy 600, mentre alle 17:10 partiranno i 14 giri di gara della Supersport 600.

 

Le parole dei protagonisti

Kevin Zannoni: “Correre in queste condizioni non è mai facile, la scelta delle gomme diviene fondamentale e oggi non abbiamo fatto la scelta migliore. Dopo i primi giri, quando l’asfalto si è asciugato quasi del tutto, ho iniziato ad avere difficoltà nella guida e non ho potuto spingere come volevo. Sono comunque riuscito a lottare con gli altri piloti della mia categoria e sono contento del podio conquistato, anche se mi dispiace non aver potuto tentare l’attacco alla seconda posizione per via del doppiaggio. Ora testa a domani per Gara 2!”

Roberto Mercandelli: “È stata una gara davvero complicata, dove le difficili condizioni della pista hanno compromesso il nostro risultato finale. La scelta delle gomme non è stata la migliore e quando l’asfalto si è asciugato quasi del tutto ho iniziato a fare molta fatica. Ho limitato i danni portando comunque a casa alcuni punti; un grazie a tutto il Team per il lavoro e ci riproviamo domani in Gara 2!”

Roberto Adami (Team Manager): “Oggi la corretta scelta delle gomme era cruciale: purtroppo con queste condizioni mezzo asciutte e e mezzo bagnate non è mai facile azzeccarci. I piloti hanno optato per scelte leggermente diverse, ma entrambi con almeno una gomma da bagnato. Quando il tracciato si è asciugato hanno dovuto alzare il passo e portare a casa il massimo, riuscendo a conquistare alcuni punti importanti per la classifica campionato, con Kevin sul gradino più basso del podio. Un grazie speciale a tutta la squadra per il grande lavoro svolto anche in questi momenti concitati, e ovviamente a tutti gli sponsor per il loro continuo supporto!”