Altra domenica decisamente sfortunata per Team Rosso e Nero, che partiva con altissime aspettative dopo il dominio di Gara 1 al sabato. Roberto Mercandelli e la squadra erano carichi per bissare il successo di ieri, ma un problema al braccio ha compromesso una Gara 2 nella quale ha comandato in lungo e in largo salvo poi dover cedere nelle ultime battute.

Sorte ancora più sfortunata per Filippo Rovelli, carico e desideroso di fare bene dopo le belle cose fatte vedere in Gara 1. Il pilota di Gallarate è stato sfortunatamente vittima di una scivolata ad alta velocità nel warm up mentre era impegnato in un giro veloce e non è riuscito così a prendere parte alla gara. Nessuna conseguenza fisica grave per Rovelli, fortunatamente, ma tanta delusione perché nel pomeriggio si sarebbe potuto davvero fare bene.

La giornata era iniziata al mattino con la gara del National Trophy 600 dove Luca Seren Rosso è stato protagonista. Partito dalla 24° casella, Luca ha recuperato posizioni fino a chiudere in 21° posizione complessiva (19° di categoria). Un’altra gara di rimonta dunque per Seren Rosso, che nonostante la poca esperienza sul tracciato è riuscito a mettere insieme un weekend in crescita e in costante progressione.

Dopo una piccola pausa, è arrivato il momento della Supersport 600. A differenza di ieri non è stato un sole rovente ad accompagnare la sesta gara della stagione, bensì qualche goccia di pioggia. Poco prima della partenza è infatti arrivata l’acqua che ha rischiato di scombinare tutte le carte in tavola. In seguito a un piccolo ritardo sul programma la gara è stata poi dichiarata asciutta seppur sono continuate a cadere alcune gocce di pioggia sul tracciato.

Mercandelli è stato nuovamente autore di un ottimo start conquistando da subito le posizioni di vertice prima di attaccare nuovamente Roccoli nei primi giri per prendere il comando della corsa. Roberto ha provato nuovamente a imprimere il suo ritmo e inizialmente è sembrato anche riuscirci, ma le goccioline di pioggia hanno invocato cautela.

Una volta assestatasi la situazione, ‘Merca’ ha dimostrato nuovamente di essere il più veloce in pista mentre Caricasulo ha accusato un problema tecnico che lo ha costretto al ritiro. Mercandelli ha condotto la gara fino al 12° giro, ma dal 9° è arrivato l’inconveniente che nessuno si sarebbe aspettato. Alcuni problemi al braccio sinistro hanno compromesso un’altra marcia trionfale e impedito una doppietta che era assolutamente nelle corde del numero 93.

Le tre tornate finali sono state complicatissime, con Roberto che è riuscito a difendersi al meglio che ha potuto chiudendo in 8° posizione. Un vero peccato considerato il ritmo che ha tenuto in tutto il weekend e la competitività mostrata. Ancora una volta la squadra di Roverbella e Mercandelli sono stati i più veloci in pista riuscendo tuttavia a concretizzare a metà.

Con questo risultato perdiamo anche la leadership del campionato a vantaggio di Bussolotti: sono soltanto 11 tuttavia le lunghezze di ritardo dal nuovo capoclassifica quando si chiude precisamente la prima metà del campionato. Guardiamo dunque con fiducia alla seconda metà, forti del fatto di avere dimostrato di essere costantemente tra i più rapidi se non i più veloci e che ci serva soltanto un pizzico di fortuna in più. Adesso ci sarà qualche settimana di pausa prima del quarto round stagionale a Misano nell’ultimo weekend di luglio. Non vediamo l’ora che arrivi questo appuntamento per concretizzare finalmente a pieno un fine settimana e non soltanto… a metà!

Roberto Mercandelli (8°): “Un’altra domenica sfortunata! Siamo stati i più veloci in pista ancora una volta e all’inizio della gara non è stato facile imprimere il ritmo con le goccioline di pioggia che psicologicamente non aiutavano ad andare forte. Una volta che si è stabilizzata la situazione sapevo di poter provare nuovamente a scappare e imprimere un passo ancora più veloce, ma è arrivato un problema inaspettato al braccio sinistro che ci ha negato la doppietta. Cercheremo di capire cosa è successo per far sì che non si ripeta questa situazione, mi dispiace un sacco perché eravamo ancora davvero veloci e la squadra si meritava di chiudere alla grande questo weekend. In classifica non siamo lontani: come ho detto ieri il campionato sarà lungo, ma noi siamo lì e abbiamo dimostrato di essere sempre tra i più veloci se non i più veloci. Non molliamo niente fino a Vallelunga!”

Filippo Rovelli (NP): “È un vero peccato non essere neanche riusciti a partire. Mi sentivo carico questa mattina e stavo mettendo a segno un bel giro, finito purtroppo nella ghiaia. Una caduta ad altissima velocità, ma fortunatamente fisicamente sono abbastanza okay. Mi dispiace tantissimo non essere stato in grado di concretizzare il potenziale mostrato nel weekend e per questo vorrei chiedere anche scusa a tutti i ragazzi del team che meritavano un bel risultato”

Roberto Adami (Team Manager): “Ancora una volta non siamo stati particolarmente fortunati la domenica. Roberto (Mercandelli) ha dimostrato di essere il più veloce in pista ma un problema al braccio sinistro gli ha negato una doppietta che sia lui che la squadra avrebbero meritato tantissimo. Cercheremo di capire cosa sia successo e non accadrà più, è stata davvero una grande sfortuna. Di positivo c’è appunto avere fatto vedere quanto siamo competitivi e per questo non posso che ringraziare tutti i ragazzi per l’enorme lavoro che stanno facendo.

In classifica siamo poco distanti dalla vetta: è vero che potevamo essere noi i leader per quanto dimostrato, ma siamo lì e nella seconda metà di campionato sarà il momento di concretizzare! Un grande peccato anche per Filippo (Rovelli): le cadute fanno parte del percorso di crescita, ma è stata davvero una sfortuna non poter disputare la gara oggi. Lo avrebbe aiutato ulteriormente a crescere e mostrare il suo valore dopo un weekend in continua crescita in una pista molto complicata come Imola.

Adesso un po’ di riposo prima di ripartire per Misano: vogliamo iniziare la seconda metà della stagione con il piede giusto e siamo certi di potercela fare, le prime sei gare lo abbiamo provato ampiamente. Ci tengo a ringraziare nuovamente la squadra per tutti gli sforzi che stanno facendo, oltre ai nostri sponsor che continuano a sostenerci e supportarci in questo cammino. Il campionato sarà lungo e noi ci faremo trovare pronti!”

A QUESTO LINK ALCUNE FOTO DEL WEEKEND A CURA DI LUCA GORINI