Team Rosso e Nero rimane al comando della classifica della Supersport 600 dopo Gara 1 al Mugello, ma sulle colline toscane rimane un po’ di rammarico per come si è svolta la corsa. Roberto Mercandelli e Luca Seren Rosso hanno difeso nuovamente i colori della squadra di Roverbella in occasione della nona gara stagionale in un sabato iniziato sotto il segno della pioggia.

Dopo la Q1 che ci aveva portati in 3° posizione con Mercandelli e in 24° con Seren Rosso, Team Rosso e Nero si è svegliato con l’acqua all’insegna di una seconda sessione bagnata. Con le posizioni cristallizzate e un meteo tendente al sereno al pomeriggio, la squadra di Roverbella ha scelto di non scendere in pista al mattino consapevole di conservare le caselle in griglia di partenza con i suoi due piloti.

Alle 15:25 è scattata così Gara 1 in condizioni d’asciutto, con Mercandelli che ha cercato di conquistare da subito la vetta della classifica. Roberto ha scambiato più volte la posizione con i rivali in quello che a breve è diventato un foltissimo gruppo di piloti in lotta per il podio. Le scie del Mugello da sempre favoriscono gare con molti centauri a lottarsi la vittoria e così è stato anche questa volta.

L’attuale leader del campionato si è allora difeso giro dopo giro conducendo spesso la gara fino a tre giri dal termine. Arrivati al rush finale, Mercandelli è stato però superato da moltissimi piloti a causa del gioco delle scie, facendolo scivolare in 9° posizione. Il numero 93 non si è perso d’animo, ma non ha potuto andare oltre la 7° posizione finale.

Luca Seren Rosso ha tenuto invece botta in quella che per lui non è stata una gara facile. I 14 giri del Mugello sono da sempre tortuosi e pieni di insidie, oltre che molto faticosi. Il pilota piemontese ha saputo tenere la presa fino alla bandiera a scacchi chiudendo in 19° posizione girando molto vicino al tempo fatto registrare in qualifica.

Domani anche Seren Rosso potrà ulteriormente migliorarsi in occasione di Gara 2 dove potrà fare un altro passo in avanti. Peccato solo per una piccola penalità di un secondo dovuta al superamento eccessivo dei limiti della pista, dimostrazione che Luca ce la sta mettendo tutta per spingere sempre più forte.

Tornando invece a Mercandelli, Roberto rimane leader della classifica perdendo pochi punti dai diretti inseguitori. Il primo rivale adesso è Massimo Roccoli a 12 lunghezze, segue Davide Stirpe a 13. Adesso l’appuntamento è rimandato a domani con Gara 2 alle ore 16:55 dove Mercandelli e la squadra hanno grande voglia di rifarsi e riscattare un finale complicato cercando di concretizzare fino in fondo, cosa che non è riuscita oggi.

Ricordiamo le dirette sulla pagina Facebook del Campionato Italiano Velocità, sul sito di Eleven Sports. Ci potrete seguire lì oltre che ovviamente su tutti i nostri social (Facebook e Instagram) per non perdere neanche un minuto sulle nostre attività in pista, ricordando inoltre che la domenica ci vedrà protagonisti con Masha Medvedeva nell’ultima gara della Women’s European Cup.

  •  Risultati Gara 1

P1 – Federico Caricasulo (Yamaha)
P2 – Andy Verdoia (Yamaha)
P3 – Davide Stirpe (MV Agusta)
P4 – Massimo Roccoli (Yamaha)
P5 – Edoardo Sintoni (Kawasaki)
P7 – Roberto Mercandelli (Team Rosso e Nero – Yamaha)
P19 – Luca Seren Rosso (Team Rosso e Nero – Yamaha)

  •  Classifica campionato

P1 – Roberto Mercandelli (Team Rosso e Nero – Yamaha) – 134
P2 – Massimo Roccoli (Yamaha) – 122 (-12)
P3 – Davide Stirpe (MV Agusta)  – 121 (-13)
P4 – Marco Bussolotti (Yamaha) – 113 (-21)
P5 – Andy Verdoia (Yamaha) – 107 (-27)
P6 – Federico Caricasulo (Yamaha) – 100 (-34)

Roberto Mercandelli (7°): “È un peccato chiudere la gara così dopo essere stati davanti praticamente fino alla fine. Negli ultimi giri sono stato sorpreso, ma pensavo ugualmente di potermela giocare. Dispiace perché c’era il potenziale per arrivare almeno sul podio, invece dobbiamo incassare il colpo. Rimaniamo leader del campionato, ma la cosa più importante è guardare alla gara di domani. Voglio assolutamente rifarmi, sia per me che per i ragazzi che hanno lavorato come sempre alla grande”

Luca Seren Rosso (19°): “Correre al Mugello non è mai semplice. Il circuito è bellissimo, ma anche molto tortuoso e fare 14 giri qua è decisamente faticoso. Sono contento di essere riuscito a concludere la gara e avere girato molto vicino al mio giro di qualifica, sono passi in avanti da cui ripartire con fiducia. Domani proveremo a fare ancora meglio, già dal Warm Up dove possiamo provare alcune cose nuove. Un grazie ancora una volta a tutta la squadra per il lavoro eccezionale che svolgono”

Roberto Adami (Team Manager): “Le condizioni ci hanno un po’ penalizzato, il vento ha danneggiato la possibilità di una eventuale fuga. Le scie non hanno poi giocato a nostro favore sul finale e Roberto non è riuscito a reagire. Un peccato, ma cerchiamo di canalizzare questo risultato negativo e trasformarlo in energia positiva per la gara di domani e comunque rimaniamo leader. Siamo contenti della gara di Seren Rosso: concludere 14 giri al Mugello non è semplice e Luca lo ha fatto con un buon ritmo mostrando passi in avanti anche se sa che deve ulteriormente lavorare. Anche lui purtroppo non ha potuto esprimersi al massimo a causa del vento. Un grazie agli sponsor che continuano a supportarci, così come a tutta la squadra che come sempre ha svolto un lavoro fantastico. Vogliamo voltare pagina e ripartire più forti che mai già da domani!”

 A questo link alcune foto della giornata a cura di Luca Gorini