La domenica al Circuito Internazionale del Mugello, per il quarto appuntamento in pista della categoria Supersport 600 del Campionato Italiano Velocità, è di grande soddisfazione per il Team Rosso e Nero: i piloti Kevin Manfredi e Filippo Fuligni svolgono una gara magistrale in condizioni di bagnato, portando il Team ad un passo dal podio con un quarto e quinto posto, a seguito di una quick restart ed una sospensione anticipata della gara per bandiera rossa.

Una domenica mattina complicata per il Team, che a causa di una revisione della classifica da parte della Direzione per gara 1, ha visto Kevin, squalificato per presunta benzina non conforme, perdere 25 punti fondamentali per la testa del campionato della SS600; rammaricato per la decisione presa e certo di aver effettuato correttamente tutte le procedure come da regolamento, il Team ha effettuato ricorso e rimarrà in attesa di una risposta che potrà arrivare nel corso dei prossimi mesi. La giornata della squadra di Roverbella si è aperta dunque con un warm-up carico di aspettative e voglia di rivalsa: Manfredi, desideroso di riconfermarsi fra i migliori della sua categoria, ha segnato sul cronometro con un giro lanciato un 1’55.331 e si è portato in seconda posizione, Fuligni ha concluso la mattinata in nona posizione e Seren Rosso, al termine dei 15 minuti a disposizione, ha chiuso la classifica in trentatreesima.

Tutt’altro scenario quello che si è prospettato nel pomeriggio: condizioni meteorologiche incerte e asfalto bagnato hanno visto gara 2 prendere il via alle 16:42 e concludersi al quarto giro per una bandiera rossa. Dopo una sosta ai box durata oltre dieci minuti ed una quick restart, gli alfieri della squadra di Roberto Adami sono ripartiti in griglia con la defezione del numero 30, Luca, escluso come altri dalla ripartenza poiché non avevano completato il 75% dei giri rispetto al pilota in testa al momento dell’esposizione della rossa.

Lo spezzino numero 34, a suo agio in condizioni di pioggia, allo spegnimento del semaforo è riuscito ad effettuare una ripartenza favorevole ed a portarsi subito in testa alla gara. Dopo alcuni giri che hanno visto Kevin alternarsi al comando con Roccoli e Cruciani, il portacolori del Team è stato raggiunto dal compagno Filippo che, riuscendo ad effettuare numerosi sorpassi a suon di giri veloci, ha recuperato terreno raggiungendo il plotone dei pretendenti leader dopo soli tre giri. La gara di Manfredi e Fuligni, entrambi in lotta per il podio e rispettivamente in terza e quarta posizione all’ultimo giro, è terminata nuovamente in anticipo per un’ulteriore bandiera rossa causata proprio dalla scivolata del pilota in prima posizione. Considerata conclusa al settimo giro, gara 2 ha visto Manfredi salire nuovamente sul podio con una meritatissima medaglia di bronzo e Fuligni, sfiorarlo per un soffio, dopo aver dato prova delle sue potenzialità.

A seguito di una nuova revisione della classifica, messa in discussione poiché i primi 4 piloti non avevano ancora tagliato il traguardo all’esposizione della rossa durante il settimo ed ultimo giro come da regolamento, il risultato finale di gara 2 è stato aggiornato al giro precedente l’esposizione, quando Manfredi e Fuligni stavano transitando sul traguardo rispettivamente in quarta e quinta posizione, a pochi centesimi dal leader. Con il podio mancato di gara 2 e l’esclusione momentanea da gara 1, “il baffo” con la Yamaha R6 numero 34 termina il suo weekend in quarta posizione nella classifica generale di campionato con 40 punti. Il pesarese Fuligni invece, appagato per gli ottimi rendimenti ed il buon feeling con la moto, si vede attualmente in undicesima posizione con 23 punti.

Al termine di un lungo weekend, ricco di soddisfazione e colpi di scena, il Team Rosso e Nero vuole ringraziare tutti gli sponsor che contribuiscono all’ottenimento di ottimi risultati e le persone che, con costanza, seguono la squadra e la supportano. Da sottolineare nuovamente la preziosa collaborazione con gli osteopati di EOM Italia, che ci seguiranno per tutta la stagione con il progetto “Osteopatia a Due Ruote”.

Le parole del “cinghiale volante” al termine del secondo weekend in pista per l’ELF CIV: “Anche in gara due eravamo riusciti ad ottenere un podio meritatissimo, che ci è poi stato tolto a causa di un regolamento non molto chiaro che avremo modo di studiare ed analizzare meglio in vista delle prossime gare. Sono molto felice di aver fatto delle ottime performance sia sull’asciutto che sul bagnato, questo dimostra che siamo molto veloci e possiamo fare sempre meglio. Penso che questi due podi rispecchino al 100% la nostra potenzialità, che dimostreremo sicuramente anche in futuro. Ringrazio tutta la squadra per il lavoro che ha fatto e per avermi messo a disposizione una moto competitiva anche dopo un sabato difficile, predominato dallo stress. Non vedo l’ora di arrivare ad Imola per ripartire da zero e mettere i puntini sulle i.”

Il numero 22, Fuligni, ha commentato così il suo costante miglioramento e il suo ottimo rendimento in gara 2: “Gara bagnata, ce lo aspettavamo, e per questo ho usato lo stesso set-up di Vallelunga dell’anno scorso. Durante la prima partenza c’era ancora tanta acqua in pista, ma sono comunque riuscito a mantenermi fra i primi dieci. Dopo la bandiera rossa con ripartenza dalla nona casella, sono scattato molto bene e avevo un buon feeling con la moto. Ho cercato di fare una buona rimonta senza rischiare troppo, mi sono portato in quarta posizione e me la sono giocata con Kevin e Bernardi. Volevo tentare la volata finale e pensavo di riuscire onestamente a salire sul podio. Tutto sommato non posso che essere soddisfatto di questo weekend, stiamo migliorando sempre di più. Grazie a tutti i ragazzi del team per l’ottimo lavoro svolto!”

Il Team Rosso e Nero tornerà presto in pista per il secondo appuntamento della Coppa Italia FMI, che si svolgerà il 4-5 maggio sempre sul tracciato storico del Mugello.