Il dodicesimo ed ultimo round dell’ELF CIV 2019 ha visto nuovamente terminare in zona punti i piloti del Team Rosso e Nero nella seconda gara del fine settimana a Vallelunga per la Supersport 600. Sia Filippo Fuligni che Patrick Hobelsberger sono stati nuovamente chiamati ad una gara in rimonta, con la differenza rispetto al sabato che la wild card tedesca non è dovuta scattare dalla pit-lane questa volta, ma è partita dalla 17° casella davanti al compagno di squadra. Il centauro italiano si è giocato inoltre le ultime chance di diventare Rookie of the Year, ma al termine della gara tale titolo è finito nelle mani di Luca Bernardi per soli quattro punti.

La domenica è cominciata con il Warm Up in cui Fuligni ed Hobelsberger hanno cercato gli ultimi aggiustamenti per le loro moto prima della gara, chiudendo rispettivamente in 16° 12° posizione, entrambi staccati di un secondo e due decimi rispetto al miglior tempo della mattinata.

Allo spegnimento dei semafori di Gara 2 della Supersport 600, Filippo Fuligni è partito ancora una volta bene che lo ha portato da subito in zona punti, mentre meno fortunata è stata la partenza di Patrick Hobelsberger, che si è ritrovato in 18° piazza al termine del primo giro. Il pilota italiano rispetto a ieri è però riuscito a mantenere la posizione e girare su un ritmo costante, che gli ha permesso di rimanere agganciato al gruppo in lotta per la top 10. Operazione non semplice, visto anche il problema tecnico di Nuzio che ha provocato un po’ di confusione e fumo in pista spaccando il plotone della Supersport 600, ma Fuligni è riuscito a mantenere i nervi saldi e fare la sua gara. Nel frattempo Hobelsberger ha cominciato a risalire la china, portandosi giro dopo giro in top 15, riuscendo a chiudere la gara in zona punti in 14° posizione. 
Il compagno di squadra, invece, si è ritrovato nel finale ad ingaggiare una battaglia con Kevin Manfredi Luca Ottaviani per la 8° posizione, con il secondo uscito vincitore ma penalizzato di due secondi a fine gara, portando così Filippo Fuligni in 9° posizione.

Queste le parole di Roberto Adami, Team Manager, che traccia un quadro sulla stagione appena terminata, oltre che sulla gara odierna: “Abbiamo portato a casa un buon risultato anche oggi, sia con Filippo che con Patrick, impegnato in un weekend non semplice visto che ha corso per la prima volta con noi solo questo fine settimana. Il primo anno di Fuligni è andato bene tutto sommato ed è un peccato che ci sia sfuggito il Campionato Italiano. Sicuramente ci riproveremo il prossimo anno, l’obiettivo è selezionare due piloti per essere protagonisti durante la stagione e abbiamo molte richieste per il 2020 che stiamo valutando. E’ inoltre in programma un test ad ottobre sempre per quanto riguarda il CIV 2020.
Ci tengo a ringraziare nuovamente tutti gli sponsor, a cominciare dagli osteopati di EOM Italia, fino ad arrivare a tutta la squadra per l’incredibile supporto mostrato durante tutta la stagione.
Siamo fiduciosi per il 2020 e carichi per una nuova annata piena di soddisfazioni!”