Il penultimo round dell’ELFCIV 2019 è terminato con il botto per il Team Rosso e Nero, che ha visto ben due dei suoi alfieri salire sul podio della Supersport 600: dopo una gara complicata e interrotta a causa pioggia, la quick restart della lunghezza di sei giri ha incoronato vincitore di gara due Federico Fuligni, seguito dal fratello Filippo, che è finalmente riuscito a finalizzare un ottimo terzo posto al fotofinish.

Una domenica da ricordare quella del quinto round del Campionato Italiano di Velocità per il Team di Roverbella: la mattinata è iniziata con un warm-up in condizioni di bagnato che ha visto primeggiare con un primo e secondo tempo la coppia dei fratelli Fuligni; sia Federico che Filippo sono riusciti a trovare un buon feeling fin da subito grazie al binomio Yamaha R6 e gomme rain. Un inizio di giornata positivo anche per Luca Seren Rosso, classificatosi ventisettesimo alle spalle del leader di campionato a meno di un secondo.

Gara due della Supersport 600 è stata ancora una volta ricca di colpi di scena, non solo per le innumerevoli bagarre fra i protagonisti della categoria, ma anche per il maltempo, causa della bandiera rossa e dell’interruzione momentanea della gara. La gara è stata sospesa durante il corso del settimo giro, quando in diversi punti del tracciato sono state esposte le bandiere segnalanti pioggia sul tracciato; in quel momento Filippo, scattato bene al via, si trovava in sesta posizione, mentre il fratello Federico era riuscito a recuperare molte posizioni portandosi in top ten. A seguito di una lunga pausa voluta dalla direzione gara per valutare le effettive condizioni del tracciato, i fratelli Fuligni alla ripartenza sono riusciti ancora una volta a portarsi nel gruppo di testa composto da quattro piloti. Dopo una bagarre “in famiglia”, Federico ha deciso di rompere gli indugi sorpassando i contendenti al podio e portandosi quindi in testa a due giri dalla fine. L’ultimo giro al cardiopalma ha incoronato vincitore della gara Federico con un distacco di 1.499 dal secondo classificato; Filippo, dopo svariati tentativi di sorpasso, ha sfruttato la scia del pilota che lo precedeva, portando finalmente a casa una meritatissima terza piazza.

Federico, dal numero 222, ha commentato così la sua vittoria: “Oggi la moto andava molto meglio di ieri, e ho recuperato subito posizioni. La bandiera rossa mi ha permesso di partire da qualche fila più avanti e ho sfruttato il decimo posto per fare una buona partenza. Con mio fratello ho ingaggiato una bella battaglia, ma avendo un occhio di riguardo non ho voluto essere aggressivo nel sorpasso e questo ci ha fatto perdere un po di tempo. Alla fine ho portato a casa una vittoria con un gap dal secondo e va bene così. Ringrazio Roberto per la bellissima opportunità e tutta la squadra che ha fatto un ottimo lavoro. Oggi ci siamo decisamente riscattati.”

Queste le parole di Filippo, primo come rookie nella categoria della cilindrata 600: “Weekend più che positivo, abbiamo lavorato molto bene. Ho subito la mancanza di Kevin, ma mio fratello mi ha dato una grossa mano in tutte le condizioni di pista. Dopo la caduta di ieri avevo voglia di vincere, stamattina nel warm-up sono stato molto veloce. Ho corso dei rischi nel giro finale ma il podio lo desideravo veramente. Per essere il primo anno nella Supersport 600 sono molto felice della mia progressione”

Roberto Adami, Team Manager, si è dichiarato molto orgoglioso per il riscatto della squadra: “Felicissimo per la terza posizione di Filippo e la vittoria di Federico. Rimane sempre l’amaro in bocca per il campionato, perchè ancora una volta la squadra ha dimostrato di essere molto competitiva. Abbiamo sempre cercato di dare il massimo e svolgere un lavoro impeccabile, ma per il secondo anno consecutivo la vittoria del campionato ci è sfuggita. Portare sul podio due fratelli con un primo e terzo posto, è una soddisfazione che parla da sola. Confidiamo in un 2020 migliore per ambire alla vittoria del campionato. Filippo rimarrà quasi sicuramente con noi il prossimo anno, ha dimostrato di essere un valido pilota sin dal primo anno, deve solo riuscire a concretizzare risultati e spiccare fra i protagonisti della categoria. Attualmente stiamo valutando varie opzioni per il secondo pilota perchè voglio trovare un buon compromesso. Voglio fare un plauso agli osteopati di EOM Italia, presenti non solo per il supporto fisico dei piloti, e voglio ringraziare tutti gli sponsor, ai quali spero di regalare a mia volta delle soddisfazioni portandoli sul gradino più alto del podio. Infine ringrazio la squadra interamente, dai meccanici, agli addetti stampa per finire con l’hospitality, per essere sempre uniti verso un unico obiettivo.”

Il prossimo ed ultimo appuntamento del Campionato Italiano di Velocità sarà a Vallelunga il 5-6 ottobre, ma il Team Rosso e Nero sarà impegnato anche il prossimo weekend al Misano World Circuit per l’ultima tappa della Coppa Italia.