Giustizia è fatta per il Team Rosso e Nero: è stato infatti accolto il ricorso effettuato dopo l’ingiusta squalifica ricevuta lo scorso 27 aprile dalla squadra di Roberto Adami, a cui era stata sottratta la vittoria di Kevin Manfredi al Mugello nel terzo round dell’ELF CIV 2019. La vittoria in questione, inizialmente cancellata per presunto utilizzo di benzina non conforme, è stata dunque ripristinata. Lo spezzino recupera così i 25 punti del successo in gara 1 del Round 3-4 del Campionato Italiano Velocità 2019, tornando al secondo posto della classifica piloti con 127 punti dietro a Lorenzo Gabellini, e dunque in piena lotta per la vittoria finale.

Sono state così messe a tacere le malelingue che riferivano di un comportamento scorretto da parte del team di Roverbella, il quale ha saputo dimostrare la propria totale innocenza. Il Campionato Italiano Velocità prevede infatti l’utilizzo di benzina “ELF Race 102”, che viene acquistata direttamente in pista tramite l’organizzazione. Su ogni fusto c’è un numero di lotto di produzione, relativo a stabilimenti o periodi di produzione diversi. Nel finale della scorsa stagione, il Team Rosso e Nero aveva acquistato molta benzina che ha riutilizzato nelle prime fasi della stagione di quest’anno. Al Mugello il venerdì si è concluso l’utilizzo dei lotti 2018 passando a quelli 2019, di conseguenza nel serbatoio si possono essere mischiati residui di diversi lotti di benzina, riconducibili però allo stesso identico tipo di miscela a 102 ottani. L’utilizzo di diversi lotti ha evidentemente portato al fallimento iniziale del test di comparazione effettuato dai commissari, che confrontando il lotto puro con il nostro avevano trovato una diversità. Secondo il Team Rosso e Nero si è dunque manifestato un chiaro problema di fondo a livello di applicazione del regolamento, relativamente al tipo di verifica fatta in pista: la stessa benzina, in due lotti diversi e comprata dal medesimo partner, non può infatti essere considerata irregolare.

Il Team Rosso e Nero, nella figura del suo team manager Roberto Adami, ha sempre lavorato in maniera onesta e senza aggirare le regole, motivo per cui esprime grande soddisfazione relativamente al risultato del ricorso e ringrazia pubblicamente l’avvocato Federica Costa per il lavoro svolto. Questa sentenza mantiene l’integrità della squadra agli occhi di tutti i tifosi e gli sponsor che ci hanno supportato nel corso della stagione, dando a tutte le persone coinvolte una motivazione extra in vista del prossimo appuntamento del CIV 2019, previsto proprio al Mugello per il 21-22 settembre 2019.

Clicca QUI per visualizzare la sentenza del giudice sportivo nazionale.