Sabato di alti e bassi per Team Rosso e Nero nella prima gara disputata ad Imola per il terzo e penultimo round del Campionato Italiano Velocità.

La qualifica della mattina ha infuso fiducia nella squadra di Roverbella, che ha visto scattare dalla 7° casella Filippo Fuligni e dalla 17° Emanuele Tonassi.

Tuttavia, la gara di “Filazzi” è terminata anzitempo a causa di una caduta nei primi giri mentre si trovava in lotta per il podio. Mentre occupava la 5° posizione, Fuligni è scivolato alla curva delle “Acque minerali” e ha dovuto così dire addio alle proprie speranze.

Le cose non si sono messe bene inizialmente anche per Emanuele Tonassi, che non è riuscito a recuperare posizioni al via come sperava. Una brutta partenza non ha scoraggiato però il numero 11, che giro dopo giro è riuscito a colmare il gap che lo separava dai rivali fino ad arrivare ad una ottima 10° posizione.

Si tratta della prima top 10 per Emanuele Tonassi al debutto di categoria, ma c’è la convinzione di poter fare ancora meglio nella giornata di domani quando saremo al via di Gara 2.

Filippo Fuligni può infatti subito rifarsi e riscattarsi insieme a tutta la squadra, mentre Emanuele Tonassi cercherà di migliorare quanto di buono fatto vedere in Gara 1.

Roberto Adami, Team Manager: “Ringrazio tutta la squadra per il lavoro svolto, è stata impeccabile ancora una volta. Peccato per Fuligni, in Gara 1 avrebbe potuto raggiungere il podio. Aveva tutte le carte in regola e lui stava bene, la caduta non ci voleva ma ci può stare. Con Tonassi stiamo facendo altri passi in avanti e nella situazione attuale la top 10 è un risultato soddisfacente. Ci tengo a ringraziare di nuovo tutto il team per quello che fanno, il mio ringraziamento non sarà mai abbastanza; ho una squadra umile, sempre a disposizione e professionale. Un grande grazie anche a tutti gli sponsor che ci sostengono, domani puntiamo a migliorare quanto fatto oggi per riuscire a raggiungere l’obiettivo!”

Emanuele Tonassi #11 (10°): “Mi aspettavo di partire meglio e ho cercato subito di prendere posizioni nelle prime curve. Ho provato a non mollare il gruppo e ci sono riuscito. È stata una gara difficile perché dopo la metà gara si sentiva il calo delle gomme e il caldo ha giocato un ruolo importante, ma sono comunque riuscito ad effettuare più sorpassi che potevo e tenere la posizione fino alla bandiera a scacchi. L’obiettivo per domani è riuscire a migliorare ulteriormente i miei tempi sul giro riuscendo a rimanere attaccato a chi mi è arrivato davanti oggi e non mollarli alla fine”